Viscosupplementazione con acido ialuronico

VISCOSUPPLEMENTAZIONE PER ANCA

 L’artrosi è una malattia degenerativa delle articolazioni legata a un’usura della cartilagine articolare. Le articolazioni maggiormente interessate sono quelle sottoposte al carico (anca, ginocchio, caviglia e piede); colpisce più frequentemente gli anziani, ma si può manifestare anche nei giovani come esito di traumi e altre patologie (per esempio il ginocchio varo o valgo). Una delle articolazioni più colpite è l’anca.

I sintomi più frequenti sono: dolore, zoppia, progressiva limitazione dei movimenti fino ad influenzare negativamente la qualità della vita. L’articolazione sana ha nel suo interno il liquido sinoviale; la sua densità e viscosità consentono di lubrificare l’articolazione, facilitando il movimento tra i capi ossei che costituiscono l’articolazione stessa (testa del femore ed acetabolo), permettendo quindi la protezione della cartilagine dai sovraccarichi e dall’’usura, fungendo pertanto come un lubrificante. Il componente più importante del liquido sinoviale è l’acido ialuronico. Quando l’artrosi è in uno stadio da lieve a moderato, i trattamenti a disposizione sono: la terapia con farmaci, la fisiochinesiterapia, le infiltrazioni con cortisonici, ed interventi chirurgici poco invasivi (artroscopia). Ultima, ma non meno importante, è la possibilità di integrare il liquido sinoviale con iniezioni intra-articolari di acido ialuronico (viscosupplementazione).

L’acido ialuronico non è un farmaco, ma è un prodotto puro e naturale con le stesse proprietà viscoelastiche del liquido sinoviale presente in un’anca sana; iniettato nell’anca artrosica, integra il liquido sinoviale fornendo nuovo acido ialuronico per migliorare le funzioni lubrificanti e ammortizzanti, svolgendo un’azione quindi puramente

meccanica.  Si possono eseguire: un ciclo di 3 o 2 infiltrazioni (una ogni settimana, a seconda del prodotto utilizzato) in ambiente protetto (studi medici ambulatoriali, senza necessità di anestesia in quanto non è una procedura dolorosa) e con guida ecografica con benefici quali riduzione del dolore, della rigidità ed aumento della funzione articolare, che si possono protrarre fino a sei-dodici mesi. Non ha effetti collaterali e si ricorda che le infiltrazioni con acido ialuronico sono una terapia accreditata ed efficace per ridurre il sintomo dolore ma non sono una cura definitiva.

VISCOSUPPLEMENTAZIONE PER GINOCCHIO

 L’artrosi è una malattia degenerativa delle articolazioni legata a un’usura della cartilagine articolare. Le articolazioni maggiormente interessate sono quelle sottoposte al carico (anca, ginocchio, caviglia e piede); colpisce più frequentemente gli anziani, ma si può manifestare anche nei giovani come esito di traumi e altre patologie (per esempio il ginocchio varo o valgo). Una delle articolazioni più colpite è il ginocchio.

I sintomi più frequenti sono: dolore, gonfiore, progressiva limitazione dei movimenti fino ad influenzare negativamente la qualità della vita. L’articolazione sana ha nel suo interno il liquido sinoviale; la sua densità e viscosità consentono di lubrificare l’articolazione, facilitando il movimento tra i capi ossei che costituiscono l’articolazione stessa (femore, tibia e rotula), permettendo quindi la protezione della cartilagine dai sovraccarichi e dall’’usura, fungendo pertanto come un lubrificante. Il componente più importante del liquido sinoviale è l’acido ialuronico. Quando l’artrosi è in uno stadio da lieve a moderato, i trattamenti a disposizione sono: la terapia con farmaci, la fisiochinesiterapia, le infiltrazioni con cortisonici, ed interventi chirurgici poco invasivi (artroscopia). Ultima, ma non meno importante, è la possibilità di integrare il liquido sinoviale con iniezioni intra-articolari di acido ialuronico (viscosupplementazione); attualmente si ha la disponibilità di prodotti di ultima generazione (idrogel) utilizzati negli stadi più precoci della artrosi del ginocchio in pazienti attivi, giovani e praticanti sport ad alto livello; possono anche essere indicate negli stadi più avanzati di artrosi del ginocchio nell’attesa di un intervento chirurgico.

L’acido ialuronico non è un farmaco, ma è un prodotto puro e naturale con le stesse proprietà viscoelastiche del liquido sinoviale presente in un ginocchio sano; iniettato nel ginocchio artrosico, integra il liquido sinoviale fornendo nuovo acido ialuronico per migliorare le funzioni lubrificanti e ammortizzanti, svolgendo un’azione quindi puramente meccanica.  Si possono eseguire: un ciclo di 3 o 2 infiltrazioni (una ogni settimana, a seconda del prodotto utilizzato) in ambiente protetto (studi medici ambulatoriali, senza necessità di anestesia in quanto non è una procedura dolorosa) con benefici quali riduzione del dolore, della rigidità ed aumento della funzione articolare, che si possono protrarre fino a sei-dodici mesi. Non ha effetti collaterali e si ricorda che le infiltrazioni con acido ialuronico sono una terapia accreditata ed efficace per ridurre il sintomo dolore ma non sono una cura definitiva